Produrre vini è sempre più “social”

Il mio cliente si occupa di vini, ma ha le idee molto chiare per quanto riguarda il web: voleva che ogni articolo pubblicato sul nuovo sito fosse postato in automatico anche sul suo account di Facebook e Twitter. Voleva integrare i video di YouTube in una sezione dedicata, e fare in modo che gli utenti avessero la possibilità di lasciare i propri commenti sul sito e sui social networks che utilizzano più comunemente. Il risultato è www.scarbolo.com

articolo successivo: Il nuovo sito di Paolo Maurensig

articolo precedente: social media guru